Buscar autora/obra

Herramientas de búsqueda

¿La primera vez que entras? Accede a un breve tutorial.


Resultados en la Biblioteca

La búsqueda follia retornó 2 resultados.

Mostrando 1 - 2 de 2 resultados (0.2 segundos)

1
1. - Laura Minguzzi. Luciana Tavernini. Marina Santini. La práctica de la historia viviente. Con un prólogo de María-Milagros Rivera Garretas.

... neppure state dette. Non è follia ma aurora, aurora dell'oscuro che lascia a bocca aperta, nella quale il bianco, il grigio e il rosa non si connettono ancora. All'oscuro delle viscere è stato dato, tra pensatrici del XX secolo e di oggi, il nome di vita passiva 7 . E, con la vita passiva, la chiamata delle viscere 8 . In uno dei suoi testi autobiografici, María Zambrano disse della propria filosofia: “Io sono sempre andata in direzione del riscatto della passività, della ricettività. Io non lo sapevo, ma da molti anni anch'io stavo facendo alchimia.” 9 . La vita passiva è quello che in me non mi lascia fare con successo quello che non è necessario sia fatto da me, per quanto lo sembri, e me lo impedisce, custodendo al tempo stesso un mio desiderio vitale che non può venire alla luce lì; è quello che in me non mi lascia essere felice quando faccio molto bene le cose sbagliate, custodendo passivamente il mio desiderio di grandezza nel fare attivo che in quel...

 
2. - Laura Minguzzi. Luciana Tavernini. Marina Santini. La pratica della storia vivente. Prologo per María-Milagros Rivera Garretas.

... neppure state dette. Non è follia ma aurora, aurora dell'oscuro che lascia a bocca aperta, nella quale il bianco, il grigio e il rosa non si connettono ancora. All'oscuro delle viscere è stato dato, tra pensatrici del XX secolo e di oggi, il nome di vita passiva 7 . E, con la vita passiva, la chiamata delle viscere 8 . In uno dei suoi testi autobiografici, María Zambrano disse della propria filosofia: “Io sono sempre andata in direzione del riscatto della passività, della ricettività. Io non lo sapevo, ma da molti anni anch'io stavo facendo alchimia.” 9 . La vita passiva è quello che in me non mi lascia fare con successo quello che non è necessario sia fatto da me, per quanto lo sembri, e me lo impedisce, custodendo al tempo stesso un mio desiderio vitale che non può venire alla luce lì; è quello che in me non mi lascia essere felice quando faccio molto bene le cose sbagliate, custodendo passivamente il mio desiderio di grandezza nel fare attivo che in quel...

 
1


[ocultar] Redefine la búsqueda
Número de resultados por página:

[ocultar] Todas las obras encontradas (2)