Skip to content

Welcome to ProActive

You are here:
Benvenuto nel progetto ProActive
un progetto sull'uso dei giochi nella formazione Stampa E-mail

 

Games capture the interest of young people who spend a lot of time playing them.  Educationists recognise that games divert and motivate but many are not sure whether they can make a positive contribution to learning. Why do they engage, how do they motivate and anyway why do games matter to us in education?
Games engage
Games engage because they are fun and we love to play. They have rules and that gives us the structure we like to work with. Games have targets that drive us on. We respond positively to the interaction games offer. Pace is part of good game design and that keeps us interested. Games let us win and that makes us feel good. They mirror real life competition and that is a stimulus. Problem solving forces us to follow our instincts to be resourceful and creative. Contrary to received wisdom games foster social interaction as players seek informational help to complete tasks. Finally, good games work with narrative and that engages our emotions and promotes our understanding. If the underlying objectives are well thought out and combine challenge with feedback then that gives us learning.
Games motivate learning
All well designed games harness many aspects of best practice in motivational teaching. Good games can, for instance, motivate learning through requiring users to role-play within a strong narrative structure. They can promote problem solving demanding creative responses in the context of increasing challenge.
They can take unexpected and novel approaches that provoke interest. Good game-based learning promotes independence, allowing learners to control their own actions, to have an element of control over their experience. Feedback is immediate, relevant and stimulating.
Games matter
Marc Prensky in an open letter to Barack Obama puts the case for full acceptance of the importance of game based learning in our education systems:
“How can we in our teaching make room for the … skills of ethical behavior, critical thinking, decision making, problem solving and judgment? Where do we fit our teaching of goal setting, planning, self-direction and self-evaluation? … Where should we put our teaching of creative thinking, designing, playing, and our helping kids to find their own voice? Where do we teach our students to be proactive, to take prudent risks, to think long-term, laterally, and strategically?”

SloganDa un lato, i giochi hanno la capacità di attrarre i giovani, che spesso li considerano il modo migliore per passare il loro tempo libero. Dall'altro, gli educatori riconoscono che i giochi divertono e motivano. Tuttavia sono in molti a non essere così convinti che i giochi possano dare un contributo all'apprendimento. Perché sono coinvolgenti? Come sono in grado di motivare? E perchè ha senso usare i giochi nella formazione?

I giochi coinvolgono

1255935274w6LwbnI giochi coinvolgono perché sono divertenti e perché noi amiamo giocare. Hanno regole che predispongono strutture con le quali ci piace interagire. Hanno obiettivi che ci guidano. E' dimostrato che noi rispondiamo in maniera positiva all'interazione offerta dai giochi. Il ritmo è una costituente fondamentale di un gioco ben progettato, in quanto un buon ritmo riesce a tenere viva la nostra attenzione. I giochi ci fanno vincere, e questo ci fa sentire bene. Nei giochi è possibile sperimentare in maniera sicura le competizioni tipiche della vita reale e questo è stimolante. I problemi da risolvere nel gioco ci obbligano a seguire l'istinto per essere costruttivi e creativi. Al contrario delle credenze comuni, i giochi promuovono l'interazione sociale, in quanto i giocatori spesso sono portati a cercare informazioni e aiuto per risolvere le sfide del gioco. In fine, un buon gioco ha una storia interessante e questo ci coinvolge emotivamente e promuove una comprensione profonda del problema. Se quanto detto finora è pensato in modo da combinare le sfide del gioco con dei feedback strutturati, allora abbiamo l'apprendimento.

I giochi stimolano l'apprendimento

10117107Tutti i giochi ben progettati potenziano aspetti rilevanti di un tipo di insegnamento fondato sulla motivazione degli studenti. Ad esempio i giochi ben progettati possono motivare all'apprendimento attraverso la richiesta ai giocatori di recitare un ruolo all'interno di una storia significativa. O possono promuovere le abilità di soluzione dei problemi chiedendo risposte creative in un contesto in cui la sfida è sempre crescente. O possono proporre un approccio all'apprendimento innovativo e inaspettato capace di generare interesse negli studenti. Un buon gioco per l'apprendimento promuove l'interdipendenza, in quanto consente agli studenti di sperimentare le loro azioni e controllarne l'impatto. Il feedback è immediato, rilevante e stimolante.

Questione di giochi

Marc Prensky, in una lettera aperta a Barack Obama, avanza le motivazioni in favore dell'importanza della piena accettazione dell'apprendimento basato sul gioco nei nostri sistemi educativi:

“Come possiamo nei nostri sistemi di insegnamento creare il luogo per l'apprendimento di comportamenti eticamente corretti, del pensiero critico, dei processi di decisione, delle modalità di soluzione dei problemi e della capacità di giudizio? Qual'è il punto d'incontro tra i luoghi deputati all'apprendimento e le strategie di pianificazione e autovalutazione? Dove dovremmo mettere l'insegnamento del pensiero creativo, della progettazione, del gioco e il nostro aiuto ai ragazzi per trovare la loro strada? Dovre dovremmo insegnare agli studenti ad essere proattivi, a prendersi dei rischi in maniera prudente, a pensare a lungo termine, ad ampio raggio e strategicamente?”

 

Prossimi passi

e-adventureEutopiaI giochi coinvolgono i giovani, li motivano ad apprendere e gli offrono una piattaforma che amplifica gli obiettivi dell'insegnamento e dell'apprendimento. Il prossimo passo per noi è sviluppare gliochi che offrano una risposta alle domande di Prensky, giochi che ci supportino e ci potenzino nell'affrontare le sfide con cui dobbiamo continuamente confrontarci: come creare un programma che interessi, stimoli e ci offra risultati di valore.

 

Puoi scaricare la locandina del progetto <qui>.

Ultimo aggiornamento Domenica 18 Settembre 2011 20:41
 
This project has been funded with support from the European Commission.
This publication [communication] reflects the views only of the author, and the
Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the
information contained therein.
Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.
 
 
1 2 3 4 5